Beauty

How to: scegliere il mascara perfetto in base allo scovolino

Ogni volta che finisco il mascara è una tragedia: con quello nuovo vorrei ottenere un effetto migliore del precedente ma il rischio di fare flop è sempre molto alto. Anni fa avevo stilato con voi la classifica dei 10 rimmel più usati dalle ragazze italiane (qui) ma in un mondo in cui ogni marchio produce decine di mascara tutti diversi, scegliere quale acquistare diventa sempre molto difficile. Io stessa, dopo anni di tentativi, non ho ancora trovato il mio preferito quindi non posso di certo venire a dire a voi quale è meglio o quale è peggio però posso, nel mio piccolo, aiutarvi a restringere un po’ il campo di ricerca. 

Come tutte sapete la cosa principale che contraddistingue un mascara da un altro è il suo scovolino: diverse forme e diversi materiali vanno a creare sull’occhio un effetto differente. Inoltre ognuna di noi ha delle ciglia uniche: c’è chi ha bisogno di allungare, chi di infoltire, chi di incurvare e chi magari anche di fare tutto insieme. Allora ho pensato di creare una piccola guida che vi aiuti a districarvi nell’immenso campo di ricerca per capire meglio quale è lo scovolino che fa per voi.

Cattura

Il più classico è quello a spazzolina: cicciotto con le setole regolari. Riesce a raccogliere una buona quantità di prodotto che consente così un’applicazione abbondante e un risultato pieno. Questo scovolino è adatto soprattutto a chi ha tante ciglia, già lunghe di natura, e vuole enfatizzarle con un bel nero intenso. Alcuni tra gli esempi più conosciuti sono They’re Real di Benefit Cosmetics (€ 29,50), Luxurious Lashes Maxi Brush di Kiko (€ 7,49), Total Temptation di Maybelline (€ 10,50) e Get Big! Lashes di Essence (€ 2,90). 

CLASSICO

Un altro scovolino molto conosciuto è quello a C. Setole fitte ma non troppo grosse, attaccate ad struttura ricurva che serve a chi ha le ciglia dritte per dargli la consueta forma a ventaglio. Lo possiamo trovare nell’Unforgettable Mascara di Kiko (€ 7,49), nel Push-up Drama Angel di Maybelline (€ 9,99), nel Mascara Shock di Collistar (€ 28,90) e nel Lash Revival di Max Factor (€ 13,75).

CURVO

Abbiamo poi l’applicatore conico, usato soprattutto per definire. Dalla parte della base è come lo scovolino classico ma, con l’aggiunta della punta più sottile, riesce a prendere bene le ciglia più corte nel lato interno dell’occhio per definire appunto tutta la rima ciliare. Lo si trova nel BadGal Bang di Benefit Cosmetics (€ 29,50), nell’Hypnôse Doll Eyes di Lancome (€ 35,50), nel Maximum Definition di Essence (€ 3,59) e nel Miss Manga Mega Volume di L’Oréal Paris (€ 16). 

CONICO

La spazzolino a clessidra invece serve per dare volume. Anche questo, grazie alla diversa lunghezza delle setole, permette di prendere bene anche le ciglia meno lunghe andando a creare un effetto pieno e definito.  Questo per ora è quello con cui mi trovo meglio, lo si trova nel famosissimo Better Than Sex di Too Faced (€ 27,90), nell’Extra Sculpt Volume Mascara di Kiko (€ 8,99), nel super acclamato Vamp! di Pupa (€ 12,50) e nel Major Pleasure di Nabla (€ 15,90). 

CLESSIDRA

Lo scovolino a sfera al contrario è consigliato per chi ha tante ciglia da separare e definire; grazie alle sue dimensioni ridotte permette di lavorare bene tutti i ciuffetti con precisione. Ne sono un esempio il Lengthening Mascara di Kiko (€ 7,20), il Lash Renegade di Wet’n’Wild (€ 5,99) e il Phenomen’Eyes di Givenchy (€ 31,50)

SFERA

E per finire quello a pettine che con le sue setole sottili e non troppo fitte, generalmente in elastomero, dona un effetto naturale lasciando le ciglia ben separate e senza grumi di prodotto. Al momento in commercio sono ancora pochi i mascara con questo scovolino ma posso nominarvi lo Scandaleyes Wow Wings di Rimmel London (€ 6,99) e il Ciglia Finte Ali di Farfalla di L’Oréal Paris (19,90).

PETTINE

Ovviamente non si può definire una guida veramente completa se non termina con i tip and tricks quindi vi lascio qui sotto qualche consiglio utile da sfruttare per ottenere la massima resa da qualsiasi tipo di mascara:

  • utilizzare un piegaciglia prima dell’applicazione del rimmel aiuta a dare la giusta forma anche alle ciglia più difficili che non si piegano con lo scovolino curvo;
  • mixare tra loro diversi mascara, con spazzolini differenti, potrebbe essere la soluzione per ottenere l’effetto che desideri senza cambiare marchio una volta al mese;
  • lo scovolino di un vecchio mascara torna sempre utile nel beauty: una volta pulito bene è comodo da utilizzare per pettinare le ciglia e per rimuovere piccoli grumi che si formano durante l’applicazione del rimmel;
  • diverse consistenze di prodotto necessitano differenti tecniche di stesura: per esempio il classico movimento a zig-zag non va bene se si sta usando un mascara molto denso poiché si rischia di creare diversi grumi e, al contrario, un prodotto molto liquido potrebbe necessitare di qualche secondo di pausa per l’asciugatura tra una passata e l’altra per dare l’effetto desiderato;
  • applicare olio di ricino con un cottonfioc -o appunto con un vecchio scovolino- sulle ciglia prima di andare a dormire le renderà nel giro di qualche settimana molto più lunghe e più folte;

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...